Telefono e Fax (+39) 06 6877369 - e-mail: studioartifloreali@gmail.com  
 
 
Home Associazione Prossimamente Discipline Incontri Mostre Galleria Calendario Amici Contatti
 
  Associazione   Luca Massenzio Palermo  
 
 
Torna a Collaboratori

Pittore romano, si dedica da lunghissimo tempo, professionalmente, all'Arte Naturalistica, branca delle belle arti che nei paesi di lingua anglosassone si denomina "Wild Life Art". Molto seguita e rappresentata in Gran Bretagna, USA e Canada, ha avuto in Italia un esordio lento e forse osteggiato dai circuiti "ufficiali"; ma ora conta numerosi seguaci anche nel nostro Paese. Grazie infatti all'opera paziente di diffusione ed insegnamento da parte di alcuni Artisti, e Luca è sicuramente tra i primi, questo meraviglioso genere pittorico conta ora in Italia almeno una ventina tra professionisti e bravi dilettanti.

Foreste tropicali, alberi con uccelli e farfalle, ma anche bouquet di fiori, tulipani, peonie, iris, sono alcune tra le visioni che Luca Massenzio Palermo propone al pubblico romano.
Luca Massenzio lavora nella capitale da venticinque anni ed usa con pari maestria acquerello, acrilico ed olio. Le sue immagini naturalistiche hanno sia un rigoroso carattere scientifico sia un afflato più decorativo, esplodendo spesso con colori vivaci che sottolineano la sua grande passione per la natura.

Luca Massenzio Palermo è nato a Roma il 7 novembre 1956. Laureatosi in medicina, lascia dopo pochi anni la carriera sanitaria per dedicarsi interamente alla pittura. Ha al suo attivo decine di mostre personali e collettive tra le quali spiccano quella alla Palazzina della Marfisa di Ferrara, alla Galleria dei Greci di Roma e presso la John Mitchell& Son (Peter Mitchell) Art Gallery di Londra.

Sue opere sono custodite in prestigiose Istituzioni quali la Royal Collection (Windsor Castle), il Fitzwilliam Museum (Cambridge), la collezione di Shirley Sherwood (Londra) e l'Università Federico II (Napoli). Per quest'ultima l'Artista sta eseguendo una serie di 235 acquerelli raffiguranti specie di piante farmaceutiche, onde ricostruire in chiave moderna, grazie alla committenza e supervisione dei professori De Luca e Caputo, il trattato di erboristeria di Pedacio Dioscoride, medico ed erbalista vissuto nel I sec. D.C.Una copia pergamenacea della sua opera è conservata presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.